Museo del Territorio

Difesa della Natura 1972-1985
Omaggio a Joseph Beuys

Mostra a cura di Patrizio Peterlini e Laura Rositani
In collaborazione con Lucrezia De Domizio Durini e il Museo del Territorio Biellese
Opere provenienti dalla Collezione Luigi Bonotto e dal Museo Casabianca, Malo (VI)

Difesa della Natura è una delle più importanti operazioni svolte dall’artista tedesco durante gli ultimi quindici anni di vita. A partire dal 1972 Joseph Beuys soggiornò più volte a Bolognano, un paesino di montagna negli Abruzzi. Le attività di Beuys in questo luogo presero la forma di diversi progetti artistico-politico-ecologico-umanitari. Lo scopo delle attività del Maestro tedesco non consisteva nella creazione di sculture formali, ma nel tentare con tutte le sue azioni un miglioramento della società. Difesa della Natura non va quindi intesa solo in termini ecologici, ma va letta soprattutto da un punto di vista antropologico. Tutta l’arte di Beuys è antropocentrica, è pensata per la difesa dell’individuo, della sua creatività e dei suoi valori umani, un’arte educa a un bello che non è nelle forme, nell’estetica, ma nella vita stessa, nel pensiero e nel lavoro. Un’arte a servizio del miglioramento dell’uomo. Beuys con l’operazione Difesa della Natura è stato l’antesignano di tutte quelle problematiche che toccano la Salvaguardia della natura, l’agricoltura e il suo sviluppo sostenibile. Temi oggi attuali in tutto il pianeta terra.

Un progetto di:

Ideazione:

Sedi espositive istituzionali in città:

Main Sponsor:

Sponsor:

Sponsor tecnici:

Con il sostegno di:

In collaborazione con:

Media partner: